🔥 Tempo di lettura: 27sec 🔥

Erano tutti a bordo di una barca a guardare il mare, quando improvvisamente è apparsa questa cosa dal nulla! (1 di 4)

Pubblicità

Con i giubbotti di salvataggio e le telecamere pronte, un gruppo di persone sulle zattere era in attesa di riuscire ad immortalare qualche balena nel suo habitat naturale.

Le migrazioni dei Cetacei sono note sin dai tempi antichi e l’abitudine delle balene di tornare in zone abituali era già conosciuta dai cacciatori che talvolta trovavano, in qualche individuo ucciso, vecchi arpioni utilizzati in anni precedenti.

Se i delfini e le altre specie di piccola mole compiono solo movimenti di scarsa entità trasferendosi dalle acque costiere a quelle pelagiche in cerca di prede, le balene, le balenottere e i capodogli fanno spostamenti lunghissimi. Le loro abitudini migratorie derivano dalla contrazione dell’areale di distribuzione che molte specie hanno avuto durante le ere geologiche.

Scorri in basso e premi sul bottone "SUCCESSIVO" per continuare la lettura. Non dimenticare di CONDIVIDERE l'articolo con i tuoi amici su Facebook per dirci cosa ne pensi.

Guarda Anche

Pubblicità